15 gennaio 2010

per imparare a non dimenticare


Ai bambini e alle famiglie delle classi quinte


Prima di andare a visitare il ghetto a Venezia
vogliamo proporvi un percorso nuovo, sicuramente un pò impegnativo, ma che vi arricchirà di umanità.


logoDa diversi anni, ormai, nel nostro Paese è stato proclamata ufficialmente una ricorrenza molto importante: il Parlamento italiano ha aderito ad una proposta internazionale dichiarando il giorno 27 gennaio " il giorno della Memoria ". La nostra Repubblica, quindi, riconosce importante una data che ricorda degli avvenimenti drammatici che hanno straziato i diritti fondamentali di bambini, di donne e di  uomini.
Una ricerca guidata nella rete ti aiuterà comprendere cosa è successo tanti anni fa e perché uomini di Stato oggi hanno ritenuto e deciso che " è importante non dimenticare ". Potrai leggere libri e ascoltare interviste, visionare film e documenti, seguire dei video dedicati al Giorno della Memoria; capirai meglio quali diritti dell'uomo sono stati offesi, quali  eventi hanno condotto al genocidio e alla cosiddetta " Shoah ".

Ti lasciamo anche qui sul blog alcune indicazioni in parte simili a quelle su cui lavoriamo a scuola (webquest) : puoi seguire le indicazioni e i suggerimenti per visitare pagine web e siti dedicati al Giorno della Memoria, oppure a fianco delle domande troverai indicate pagine scelte a cui potrai già collegarti con un semplice clic.

Quando è stato istituito il Giorno della Memoria e per quali scopi? Parlamento Italiano
Chi ha deciso che gli Ebrei venissero emarginati e confinati? Leggi razziali
Scopri cosa significa la parola Shoah.
Shoah
Conosci la storia di Anna Frank?
Anna Frank
Scopri la storia di un uomo coraggioso e  " giusto"
Giorgio Perlasca


Se invece ti piace leggere in biblioteca potrai trovare Stelle di cannellaLa valle delle stelle,o  La domanda su Mozart, oppure L'isola in via degli Uccelli, o anche Il bambino col pigiama a righe, Maddalena resta a casa e Otto.

Raccontaci e scrivici, di sicuro avrai dei pensieri da condividere, buon lavoro.

                                       maestra Laura, Nicoletta e Teresa e maestro Sandro

11 commenti:

  1. ciao maestre ho visto che avete aggiunto nel blog questo interessante programma e volevo dirvi che mi sono emozionato e mi è piaciuto molto
    l' intervista che ha spiegato Giorgio Perlasca nel video.


    Tanti saluti da Riccardo Favaro. 17 012010

    RispondiElimina
  2. ciao maestra, oggi ho letto il racconto di Anna Frank e ho visto che c'era scritto quasi tutta la vita che ha passato questa bambina a qei tempi e inoltre c'erano scrittte alcune parole che stava scrivendo Anna Frank mentre i soldati erano venuti a prendere la famiglia.  





    Grandi saluti da Riccardo Favaro.     1912010

    RispondiElimina
  3. Ciao siamo Simone e Giovanni
    Dopo aver visto il video di Giorgio Perlasca ci siamo resi conto che una vita, di una persona coraggiosa, ne può salvare altre, tante anzi tantissime.Anche se ha infranto una importante legge , ha reso una parte del mondo più bello. Le nostre mamme ci dicono sempre che se ci lamentiamo per il cibo e per la vita che facciamo  altri bambini che non hanno ne il cibo ne una vita comoda, cosa dovrebbero dire?
    Alla fine quello sterminio non ha servito a niente, per fortuna molti ebrei sono rimasti vivi!!!  Hitler, è rimasto nella storia come una persona malvagia, mentre Perlasca è rimasto nella storia come un eroe da imitare.

    Ciao da Giovanni e Simone! 

    RispondiElimina
  4. scuolacandiana22 gennaio 2010 12:55

    ciao maestra,
    sai che il 20. 01. 2010 ho visto nella "rai storia" che parlavano degli antichi soldati delle S.S. e a parlare c'erano le persone che vivevano a quei tempi.
    Dicevano che erano persone cattive e che non si erano mai dimenticati di quello che gli avevano fatto, ma non solo agli Ebrei ma anche alle persone di prima di questa tragedia (gli Ebrei deportati nei campi di concentramento).
    Per spiegarlo usavano linguaggi per adulti,mai sentiti in vita mia e mi rendevo conto molto più fortemente di quello che è stato sucesso agli Ebrei. Non ho capito tutto quello che dicevano, ma ho individuato il senso.
    Elham

    RispondiElimina
  5. scuolacandiana22 gennaio 2010 13:26

    Abbiamo visto un' immagine in cui c' erano bambini  distesi a terra, con vestiti a righe e sembravano morti. Vedendo questi bambini ridotti così ,ci siamo sentiti tristi e dispiaciuti perchè erano ridotti peggio di uno straccio.

    Diego, Devis  e Christian

    RispondiElimina
  6. scuolacandiana22 gennaio 2010 13:27

    Ciao, abbiamo visitato la pagina  riguardante Anna Frank : la cosa che ci ha colpito di più è stato l'alloggio segreto dove la famiglia Frank si era nascosta dai Tedeschi. E dobbiamo dire che è stato un alloggio che dà tristezza e solitudine.
    Elham Veronica Chiara Marta

    RispondiElimina
  7. A scuola stiamo riflettendo sulla Shoah e abbiamo visto l'intervista su quello  che ha fatto Giorgio Perlasca: noi pensiamo che sia stato un uomo di grande cuore e corraggioso per aver salvato tanti ebrei.
    La cosa migliore è che l' ha fatto col cuore.

                                  Nicole, Agata,Gioele e Ivan

    RispondiElimina
  8. Ciao sono la mamma do Simone
    vorrei congratularmi con le insegnanti, tutte, per il lavoro di preparazione alla gita di Venezia che stanno svolgendo.
    E' un lavoro attento, responsabile, approfondito che aiuta i nostri ragazzi a capire meglio il significato dei luoghi che andranno a visitare, diventando cosi' veramente una gita di istruzione. Oltre a risa, divertimento, allegria che sicuramente animera' la giornata, i nostri ragazzi potranno  cosi' meglio capire una terribile pagina di storia accaduta non troppo tempo fa.

    Buon lavoro e grazie per quello che state facendo.

    Liliana

    RispondiElimina
  9. scuolacandiana24 gennaio 2010 22:21

    ciao, a Venezia vorrei vedere di più il ghetto mia cugina (che c'era già andata in quarta con la maestra Stefania) mi ha raccontato che era orribile, e che le persone che ci entravano (come lei) si mettevano nei loro panni.
    Mia cugina quando li ha visti e visitati diceva che le facevano venire su i terrori della sua vita e che da quel  giorno non si è mai dimenticata cosa vuole dire la parola "Shoah". Lei è andata anche a vedere il campo di concentramento a Trieste.
      Elham

    RispondiElimina
  10. Oggi è stata la grande giornata .......... mi sono divertita ma sopratutto mi ha molto interessato vedere la sinagoga ebraica tutta dorata con un "armadio" e la guida ci ha spiegato che serve a contenere i rotoli della Thorà.
    Ci hanno spiegato che questa sinagoga non è usata e questo si capisce guardando davanti all'armadio: se davanti c'è una tenda chiusa significa che la Thorà c'è e di conseguenza la sinagoga è utilizzata; se la tenda non c'è non viene usata.

    Ciao Agata 

    RispondiElimina
  11. Ciao maestre oggi alle medie, in ricordo della Giornata della Memoria, abbiamo visto il film: "L'isola in via degli uccelli", mi è piaciuto molto anche se non faceva vedere i campi di concentramento rendeva molto forte il sentimento della guerra .
    Mi ha impressionato verso la fine dove c'èra la cenere che volava e l' immagine dei ghetti distrutti e disabitati.
    Questo film ve lo consiglio!!!

                                                               Ciao da Agata

    RispondiElimina